Fabbricare Fiducia_Architettura #21 | Vacua Forma | Beniamino Servino

90622721_2566052670334162_2775664237568065536_n

Come immagini il mondo dell’architettura dopo l’attuale crisi virale?

 

L’Architettura è Vacua Forma, vuoto definito da superfici, disponibile all’uso e alle funzioni che di volta in volta le si attribuiscono.

La città è nel vuoto definito dalle superfici dell’Architettura. La comunità dei cittadini vive in questo vuoto, dando senso alla città.

Se la comunità si frantuma in una moltitudine di individui isolati e stagni, allora il vuoto che contiene diventa vuoto di contenuto. E la città sparisce.

 

bb

Beniamino Servino. Ha pubblicato Monumental need [Letteraventidue 2012], sulla città e sulla non-ancora-città, sul paesaggio lasciato al suo destino e su come il monumento popolare potrà ricostruire un nuovo equilibrio. Obvius [Letteraventidue 2014], una teoria dell’architettura sotto forma di diario. VACUA FORMA, INTRODUZIONE ALLA CITTÀ E AL PAESAGGIO. [Verbus Editrice, 2017]. È invitato alla Biennale di Venezia negli anni 2002, 2008 e 2010 e 2014. Nel 2002 realizza un micro-edificio di 4x4x4 m di legno truciolare, prototipo inutilizzabile di un ricovero per un senzatetto. Nel padiglione italiano del 2008 ha presentato Obus incertum, monumento residenziale estensibile nel paesaggio italiano, e nel Padiglione Italia  della XII Mostra di Architettura 2010 un allestimento dal titolo L’Osservatore Veneziano, sulla versatilità d’uso degli archetipi. Al Padiglione Italia della Biennale 2014 è presente con 14 opere sul tema degli innesti in architettura. Nel 2017 e 2019 è invitato alla Biennale di Architettura di Orléans promossa  da Le Frac Centre-Val de Loire, che ha acquisito alla collezione permanente del Museo diverse sue opere.

Info:

Info:


Title: Fabbricare Fiducia_Architettura #21 | Vacua Forma | Beniamino Servino

Time: 8 aprile 2020
Category: Article
Views: 782 Likes: 1

Tags: -