Fabbricare Fiducia_Architettura #17 | La riscoperta del tempo | Matteo Romanelli

duepunti-architetti_immagine

 

Come immagini il mondo dell’architettura dopo l’attuale crisi virale?

 

Rimanere a casa, fermarsi, pensare, riflettere e riassaporare la bellezza del silenzio, sono tutte cose che questa quarantena ci sta facendo apprezzare. Nel silenzio, lontani dai messaggi urlati, dalla necessità di socializzare portata all’estremo che ti fa rimanere in superficie, non permettendoti di approfondire i rapporti e gli scambi con le altre persone, stiamo capendo l’importanza delle parole.

Quando penso a come sarà il mondo dopo questa crisi virale, mi viene quasi naturale, da architetto, immaginare l’attuale vuoto riempito da un insieme di spazi nei quali le persone possano incontrarsi dando importanza al tempo, alle parole e soprattutto alla distanza. Può sembrare un ossimoro dopo una quarantena, parlare di ritrovarsi dando valore alla distanza, ma quest’ultima parola avrà un’importanza fondamentale, perché vorrà dire rispetto delle idee e delle persone che avremo difronte. Una distanza che permetterà di ascoltare e non di sommare infiniti concetti, urlati, senza un filo logico, senza una base di verità, che nel loro insieme generano solo confusione e superficialità.

Oltre alla distanza, rivaluteremo l’importanza del tempo, rallentando, ricercando, per capire e comprendere a fondo.

La stessa architettura, che oggi è sempre più basata sull’immagine superficiale, tolte rare eccezioni, e molto meno sul contenuto, dovrà essere rivoluzionata, dovrà disconoscere quelle che nei nostri giorni sono considerate verità, come il continuo bisogno di mutare, di essere provvisoria. Dovrà entrare nel campo dell’eresia, intesa come negazione dell’opinione comunemente accettata, una novità improvvisa, uno squarcio sulle nostre verità, dal quale usciranno nuove idee rivoluzionarie.

Questa rivoluzione spetta a noi architetti. Ripartiremo dalle parole e dai concetti, come il tempo e il silenzio, per progettare in maniera diversa, abbandonando quelle che oggi sono le verità assolute, abbracciando un flusso di lavoro meno frenetico, aperto alla sperimentazione, alla contaminazione e dovremo essere consapevoli del fatto che il bello non è contenuto esclusivamente nella perfezione.

Sarà un’architettura diversa, non conforme alla presunta normalità, imperfetta.

Sarà un’architettura che nascerà dalle relazioni che gli stessi architetti riusciranno a tessere, perché dopo questa emergenza dovremo tornare a riappropriarci dei luoghi reali, non più digitali, per dialogare, confrontarci e discutere.

Questa trasformazione, dovrà essere seguita ad ogni costo anche da coloro che rappresentano la nostra professione, gli Ordini, il Consiglio Nazionale, i quali dovranno tornare a tutelare e valorizzare queste nuove relazioni, questi continui scambi, questa nuova coscienza comune. Dovranno farlo onde evitare di far scomparire un’intera generazione di studi e di architetti, i quali senza un’organizzazione di ampio respiro non potranno sopravvivere a questa crisi.

matteo

Matteo Romanelli. Nel 2019 apre lo studio DUPUNTI Architetti e dal 2017 è uno dei fondatori del collettivo OSA -Opificio Sperimentale d’Architettura. Si laurea nel 2013 all’Università Sapienza Roma, Facoltà di Architettura Vallegiulia. Nel 2016 viene selezionato dall’associazione AIAC come uno dei finalisti dello Young Italian Architects. Nel 2017 espone al Bastione San Gallo – Padiglione Pisa, in occasione della Biennale di Pisa (Associazione LP) il progetto finalista per l’headquarters LIUNI Spa. Nel 2019 con il progetto del ponte ciclopedonale in Valnerina viene selezionato nella call del C.N.A.P.P.C. “Abitare il Paese – Trasformazioni Urbane Innovative”. Con il collettivo OSA effettua attività di ricerca e progettazione, tra i vari premi si segnala il secondo posto per il Premio Raffaele Sirica e il terzo posto nel concorso per la riqualificazione di Piazza Marconi a Valdobbiadene.

 

 

Info:

Info:


Title: Fabbricare Fiducia_Architettura #17 | La riscoperta del tempo | Matteo Romanelli

Time: 6 aprile 2020
Category: Article
Views: 842 Likes: 0

Tags: -