Fabbricare Fiducia_Architettura #78 | Tempo spazio e cura | Silvia Minutolo (Studio Archisbang)

 un-minutolo

A chi di voi non è mai capitato, ad una realizzazione conclusa, di incontrare un abitante di quell’architettura ed essere ringraziato perché “non pensavo che stare in uno spazio così bello potesse fare la differenza.”

E pensare… Come non lo pensavi? Come è possibile? È un concetto elementare. Ed è la mia battaglia quotidiana!

Eppure siamo davvero fatti così, laconicamente umani: finché non viviamo le cose sulla nostra pelle, difficilmente ne percepiamo la radicale portata.

Com’è la morte del paziente 19.899? Com’è la morte di tuo padre?

Funziona anche in sottrazione. Com’è non uscire di casa al mattino? – No, non quella volta che sei pigro e hai proprio voglia di stare scalzo. La volta che hai bisogno di una boccata d’aria, di sentirti vivo. E non puoi.

Oggi abbiamo un’occasione incredibile, le persone sono sensibili a un’istanza su cui noi lavoriamo da anni – da secoli?! a seconda del noi - la qualità dello spazio.

La bellezza ci tiene vivi. L’armonia ha un senso che va oltre il razionale. È musica, natura, arte, equilibrio.

Noi architetti lo sappiamo bene - è una forza innata, quando ammucchiamo una catasta di libri a fianco al comodino, quando appoggiamo due tazze e dei biscotti su un tavolo per la pausa caffè, quando facciamo colare l’olio nella padella. È senso estetico, cura l’anima, ed è ben lungi dall’essere qualcosa di superficiale.

Ma ci lavoriamo come se fosse una mera questione disciplinare e ci parliamo addosso, tra di noi: dibattito intellettuale di qualità - nel migliore dei casi, pessimo spettacolo di scontro tra ego smisurati - all’ordine del giorno…

Spazio intimo, solo per sé e da condividere – nelle giuste dosi.

Spazio di relazione, dal guscio verso fuori… cosa vedo quando mi affaccio? - mondo reale – Cosa vedono gli altri quando si affacciano? -mondo virtuale -

Spazio di aggregazione. Siamo fatti di carne e ossa, la comunicazione non verbale pesa il 1300% in più di quella verbale, come ci capiremo?

Spazio di incontro, la città. Non tutto si pianifica su zoom.

Spazio di contemplazione, il paesaggio. Tenerci in contatto con la natura, il trascendente.

L’architettura è dappertutto. L’architettura è di tutti.

E questo è un momento in cui tutto è da ripensare. Tempo e spazio.

Non certo il primo nella storia… Ma chi l’avrebbe mai detto? Viverlo in prima persona. – Figli del mulino bianco, ci hanno fatto crescere nella dimensione ovattata di un destino segnato, in cui quello che c’era da fare era già stato fatto.

Oggi riscopriamo la cura. Perché brucia la malattia, certo, riscopriamo il valore di un sistema sanitario efficiente ed equo. E questo è fondamentale. Ma cura è soprattutto prevenire, cura è avere cura, è quello che si fa con ciò che è prezioso. Tempo e spazio.

E dedicare tempo per curare lo spazio è il nostro mestiere.    

Come immagini il mondo dell’architettura e la sua professione dopo l’attuale crisi virale?

Ovviamente siamo di fronte a un bivio.

Ma sono un’inguaribile amante del pensiero rigenerativo e, alla visione distopica, preferisco quella in cui le occasioni vengono colte, in cui una nuova generazione di professionisti si mette a disposizione della società, in prima linea, per ripensare un mondo nuovo, con umiltà e competenza. Ritrovando la voce. Ritrovando la dignità.

ab_sm_0124

Silvia Minutolo. Studio Archisbang. Classe 1983, si laurea in Architettura al Politecnico di Torino. Nel 2008 fonda Archisbang, con cui si occupa di architetture per l’accoglienza, la cultura, l’educazione e l’innovazione, connotate da una spiccata tendenza alla contaminazione tra le diverse funzioni. All’interno dello studio si dedica alla progettazione alle diverse scale e, con la partecipazione a diversi concorsi internazionali, approfondisce il tema dell’edilizia scolastica innovativa. Nel luglio 2017 lo studio vince il Concorso Torino Fa Scuola e riceve l’incarico, in collaborazione con Areaprogetti, per la Riqualificazione della Scuola Secondaria di I grado G. Pascoli di Torino, inaugurata a settembre 2019. Nel maggio 2018 si aggiudica il primo premio del Concorso per la realizzazione della Scuola Media Panzacchi a Ozzano dell’Emilia. Da luglio 2017 fa parte del consiglio direttivo della sezione regionale IN/ARCH Piemonte, con il quale si impegna nella diffusione della cultura del valore civile dell’architettura.

 

 

Info:

Info:


Title: Fabbricare Fiducia_Architettura #78 | Tempo spazio e cura | Silvia Minutolo (Studio Archisbang)

Time: 24 aprile 2020
Category: Article
Views: 404 Likes: 0

Tags: -