Fabbricare Fiducia_Architettura #98 | Ripensarsi | Luca Gera

riprensarsi-foto

Come immagini il mondo dell’architettura dopo l’attuale crisi virale?

 

Ci si ritrova davanti, dapprima, ad una nuvola che ci disturba all’orizzonte, poi la stessa si trasforma rapidamente in un fronte molto più esteso, e, man mano che si avvicina, di troviamo innanzi una perturbazione non più improvvisa, ma, al tempo stesso, che ci coglie impotenti ed impreparati, con una modificazione immediata nella vita di ogni singolo individuo.
E qui che la nostra trasformazione inizia ed immediatamente è compiuta, non più professionista, ma persona nell’accezione più ampia, non di essere solo, atomo isolato, ma, prima di tutto, elemento inserito nella sfera della famiglia con le responsabilità primarie di padre, di marito, di amico, di sostegno ai tuoi genitori che obblighi a non uscire, che ti sorprendi a reguardire e controllare se seguono le indicazioni imposte, una persona paradossalmente limitata nello spostamento ma capace di riscoprirsi all’interno di una società, guardando con occhi nuovi e (finalmente) curiosi le strade vuote, le file davanti ai supermercati, gli uffici e i negozi chiusi, vedendo in tutto ciò, una fenice anziché la desolazione. E’ il tempo della rinascita, del ripensare alla propria formazione, al proprio percorso a quello che si è diventati, al proprio profilo e posizione, a scoprire che l’attuale contorno che ti definisce, non è un punto di arrivo, che i binari sono line parallele che si possono trasformare in una rampa di lancio aprendo lo scenario ad irreali stazioni sottomarine con i più fantastici paesaggi che ti invitano ad essere visitati e vissuti, a piattaforme alpine con vette innevate e sentieri da percorrere, ti ricordi

 
…..Non c’è altro suono, fuori del fruscio
del vento lieve e dei fiocchi che cadono.
Profondi e scuri sono i boschi e belli,
ma ho promesse da mantenere
e miglia da percorrere, prima di dormire.…..

 
Aprire una rivista (cartacea!) ed essere investiti da un flusso di emozione e di forza, di visione, entrar in sintonia immediata con una trasmissione radio (Radio indimenticabile by Ivreatronic), immaginare percorsi di lettura (L’Eternauta e l’invenzione di Morel), rileggere passaggi dimenticati da tempo, e scoprire come tutto è connesso per chi vuole vedere, avere voglia di trasmettere e crescere, sentire la vera rete di trame che si sovrappongono con i nodi di interconnessione finalmente visibili ed attivi, di essere sinapsi.
Diventare ancora prima che attore, un osservatore attivo del processo che ci ha investito, essere sociale alla base della professione, di riconsiderare la necessità di essere libero pensatore, di aver la voglia di condividere e confrontare le proprie idee anche al di fuori dei canali canonici, di ripensare la tempistica del lavoro e delle relazione, di poter ragionare a lunga distanza, di aver voglia di sperimentare, di essere permeabile ed attivo, di immaginare le incombenze come dorsale obbligatoria con una infinità di libertà di movimento che si dipana da queste. Immaginare l’architettura non come luogo fisico, ma reinterpretarla come condizione essenziale del ritrovarsi, agorà, di ragionare per archetipi, dove sfera pubblica e privata sono da reinterpretare in maniera fluida

 
…..This is the trick, forget a terrible year
That we can break the laws
Until it gets weird…..

luca-gera

Luca Gera. Sono nato nel 1971 nella città più bella del mondo e mi laureo in architettura nel 1998 al Politecnico di Torino. Approfondisco nella pratica della libera professione le contaminazioni tra le arti e la curiosità mi spinge a cercare nuovi scenari di intervento e relazione. Con altri professionisti fondo lo studio associato Eidos e mi occupo di interventi su beni vincolati e nuova costruzioni. Partecipo a vari concorsi e pubblico sui social cose che mi vengono in mente, corro e faccio l’orto, ho tre bambini/ragazzi, uno tira di scherma, il medio gioca a calcio, la bimba danza classica. Mia moglie è architetto e mi supporta sempre. Ad maiora

 

Info:

Info:


Title: Fabbricare Fiducia_Architettura #98 | Ripensarsi | Luca Gera

Time: 27 aprile 2020
Category: Article
Views: 401 Likes: 1

Tags: -